Dalla Sicilia il nero d’avola

Il ๐๐ž๐ซ๐จ ๐ƒ’๐€๐ฏ๐จ๐ฅ๐š, chiamato anche “Calabrese”, termine che deriva dal dialetto siciliano โ€œCalaravrisiโ€, che significa โ€œuva (cala) di Avolaโ€. Oggi, รจ presente in modo esteso in tutte le provincie siciliane.

๐‚๐š๐ซ๐š๐ญ๐ญ๐ž๐ซ๐ข๐ฌ๐ญ๐ข๐œ๐ก๐ž Nero D’Avola:

Inserito allโ€™interno della D.O.C. Sicilia, acronimo di โ€œDenominazione di Origine Controllataโ€, รจ un vitigno a bacca nera piรน importante della Sicilia, che esprime caratteristiche territoriali e culturali proprie dell’isola.
Il vino si presenta di un colore rosso rubino vivido con riflessi che tendono al viola. Il gusto รจ molto fruttato (ciliegia, prugna e gelsi) e leggermente speziato.

Nero D’Avola: ๐‚๐ฎ๐ซ๐ข๐จ๐ฌ๐ข๐ญ๐šฬ€ ๐ž ๐—ฎ๐—ฏ๐—ฏ๐—ถ๐—ป๐—ฎ๐—บ๐—ฒ๐—ป๐˜๐—ถ ๐—ถ๐—ป ๐—–๐˜‚๐—ฐ๐—ถ๐—ป๐—ฎ
Un Nero dโ€™Avola giovane e fruttato puรฒ essere abbinato con preparazioni a base di pesce, se invece preferite una bottiglia invecchiata abbinatela con piatti a base di carne.